News

Pillole della Legge di Bilancio 2020

GAZZETTA UFFICIALE N. 304 DEL 30 DICEMBRE 2019 (S.O. N. 45/L) LEGGE 160/2019 (C.D. LEGGE DI BILANCIO PER IL 2020) QUADRO SINOTTICO DELLE PRINCIPALI NOVITA’ DI INTERESSE

 
Articolo 1, commi 2 e 3 Clausole di salvaguardia

Viene prevista la sterilizzazione completa per il 2020 e parziale dal 2021 degli aumenti delle aliquote Iva e accise. Per gli anni seguenti, si prevede l’aumento dell’Iva nei seguenti termini: - aliquota ridotta dal 10 al 12% e - aliquota ordinaria per il 2021 al 25% e, a decorrere dal 2022 al 26,5%.

 
Articolo 1, commi 4 e 5 Deducibilità Imu sugli immobili strumentali

A decorrere dal 2019 viene stabilita la deducibilità dell’Imu assolta sugli immobili strumentali, in misura pari al 50% del reddito di impresa e di quello derivante dall’esercizio di arti e professioni.

 
Articolo 1, comma 6 Riduzione aliquota cedolare secca a regime immobili ad uso abitativo

L’aliquota della cedolare secca da applicare ai canoni derivanti dai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo a canone concordato nei Comuni ad alta densità abitativa passa dal 15% al 10%. Si segnala che non è stata prorogata al 2020 la cedolare secca (aliquota 21%) su immobili C/1 di superficie massima di 600 metri quadri; tale facoltà, dunque, rimane applicabile per i soli contratti di locazione stipulati sino al 31 dicembre 2019

 
Articolo 1, comma 8 Sgravio contributivo per apprendistato giovanile

Viene previsto per l’anno 2020, al fine di promuovere l’occupazione giovanile, uno sgravio contributivo integrale, per i contratti stipulati nel 2020, ai datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti con contratto di apprendistato di primo livello pari o inferiore a 9. Lo sgravio si applica per i periodi contributivi maturati nei primi 3 anni di contratto.

 
Articolo 1, comma 9 Estensione al 2022 della riduzione di premi e contributi Inail

Viene estesa al 2022 la riduzione dei premi e contributi per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali già previsto sia per gli anni 2019-2021 sia per gli anni 2023 e successivi.

 
Articolo 1, comma 70 Detrazione risparmio energetico e sconto in fattura

Viene riscritto il comma 3.1 dell’articolo 14, D.L. 63/2013, stabilendo che lo sconto in fattura, in sostituzione del credito di imposta, a partire dal 1° gennaio 2020, è fruibile per i soli interventi di ristrutturazione importante di primo livello di cui al D.M. 26 giugno 2015, con un importo dei lavori pari o superiore a 200.000 euro. Per ristrutturazione importante di primo livello si intende l’intervento che, oltre a interessare l’involucro edilizio con incidenza superiore al 50% della superficie disperdente lorda, comprende anche la ristrutturazione dell’impianto termico per climatizzazione invernale e/o estiva, asservito all’intero requisito. In particolare, il soggetto avente diritto alle detrazioni può optare, in luogo dell’utilizzo diretto delle stesse, per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e a quest’ultimo rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo, senza l'applicazione dei limiti di compensabilità. Il fornitore che ha effettuato gli interventi ha a sua volta facoltà di cedere il credito d’imposta ai propri fornitori di beni e servizi, con esclusione della possibilità di ulteriori cessioni da parte di questi ultimi. È esclusa la possibilità di cessione a istituti di credito e a intermediari finanziari.

 
Articolo 1, comma 175, lettera a) Proroga detrazione risparmio energetico

Viene prorogato al 31 dicembre 2020 il termine previsto per avvalersi della detrazione Irpef e Ires, nella misura del 65%, per le spese documentate relative a interventi di riqualificazione energetica degli edifici (c.d. ecobonus). Viene prorogata anche la detrazione per le spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 per l'acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti. Vengono abrogate anche le seguenti previsioni:
- riduzione della detrazione al 50% per le spese, sostenute dal 1° gennaio 2019, relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A;
- esclusione dalla detrazione per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe di cui al periodo precedente;
- detrazione nella misura del 65% per gli interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con sistemi di termoregolazione evoluti, impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, o per le spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione. Viene, inoltre, prorogata per l’anno 2020 la detrazione nella misura del 50% per le spese sostenute per l'acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

 
Articolo 1, comma 175, lettera b) Proroga ristrutturazioni edilizie e bonus mobili

Viene prorogata al 31 dicembre 2020 la detrazione al 50%, nel limite di 96.000 euro, per gli interventi di ristrutturazione edilizia indicati dall’articolo 16-bis, comma 1, Tuir. Viene, inoltre, prorogata al 2020 la detrazione al 50% per l'acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

 
Articolo 1, commi 184- 197 Credito di imposto investimento beni strumentali nuovi

Viene introdotto, in sostituzione del c.d. superammortamento e iperammortamento, un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi. Il nuovo credito d’imposta è inquadrabile nel progetto di revisione complessiva delle misure fiscali di sostegno del “Piano industria 4.0”. Il credito è riconosciuto in misura differenziata in ragione della tipologia di beni oggetto dell’investimento.

 
Articolo 1, commi 210- 217 Proroga credito di imposta formazione 4.0

È prorogata al 2020 la disciplina del credito d'imposta introdotta dall'articolo 1, commi da 46 a 56, L. 205/2017, per le spese di formazione del personale dipendente finalizzate all'acquisizione o al consolidamento delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, con l’esclusione delle imprese destinatarie di sanzioni interdittive. E’stato rimodulato il limite massimo annuale del credito: - per piccole imprese è riconosciuto in misura pari al 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 300.000 euro; - per le medie imprese è riconosciuto in misura pari al 40% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro; - per le grandi imprese è riconosciuto in misura pari al 30% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro. Il credito è utilizzabile a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello di sostenimento delle spese ammissibili esclusivamente in compensazione.

 
Articolo 1, commi 219- 224 Bonus facciate

Viene introdotta una detrazione dall'imposta lorda in misura pari al 90% per le spese documentate, sostenute nel 2020 per interventi, anche di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici ubicati in zona A (parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi) o B (parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A) ai sensi del D.M. 1444/1968. La detrazione è ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell'anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

 
Articolo 1, commi 288- 290 Incentivi all’utilizzo dei pagamenti elettronici

Con il fine di incentivare l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, viene previsto per le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano abitualmente - al di fuori di attività di impresa o esercizio di professione - acquisti con tali strumenti hanno diritto a un rimborso in denaro. Condizioni e criteri saranno individuati con un decreto Mef da emanarsi entro il 30 aprile 2020.

 
Articolo 1, comma 340 Bonus bebé

Viene rifinanziato l’assegno di natalità (il c.d. bonus bebè), per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 e, con riferimento a tali soggetti, è corrisposto esclusivamente fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell'adozione.

 
Articolo 1, comma 342 Congedo obbligatorio di paternità

Viene prorogato anche per il 2020 il congedo obbligatorio di paternità, elevando la durata a 7 giorni, rispetto ai precedenti 5.

 
Articolo 1, commi 343 e 344 Bonus asili nido

A decorrere dal 2020, il c.d. bonus asili nido viene così rimodulato:
- 1.500 euro per i nuclei familiari con ISEE minorenni superiore a 40.000 euro;
- 2.500 euro per i nuclei familiari con un ISEE minorenni da 25.001 euro a 40.000 euro

 
Articolo 1, commi 346 e 347 Detrazione per studio e pratica della musica

Viene introdotta all’articolo 15, comma 1, Tuir, la nuova lettera e-ter, con cui è prevista la detrazione, a decorrere dal periodo di imposta in corso al 1° gennaio 2021, di un importo pari al 19% delle spese, per un importo non superiore a 1.000 euro, sostenute da contribuenti con reddito complessivo non superiore a 36.000 euro per l'iscrizione annuale e l'abbonamento di ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni a conservatori di musica, a istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica (AFAM) legalmente riconosciute, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonché a cori, bande, e scuole di musica riconosciute da una P.A., per lo studio e la pratica della musica.

 
Articolo 1, commi 355 e 356 Esenzione canone Rai

A decorrere dal 2020, ai fini dell’esenzione del pagamento del canone Rai per i soggetti di età pari o superiore a 75 anni, la soglia di reddito complessivo proprio e del coniuge, è fissata a 8.000 euro annui. A tal fine, viene anche precisato che la convivenza si riferisce ad altri soggetti titolari di un reddito proprio, fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti.

 
Articolo 1, commi 357 e 358 Card cultura

Per l’anno 2020, la c.d. card cultura per i diciottenni, utilizzabile per l'acquisto di determinati prodotti culturali, viene rifinanziata nel limite di spesa di 160 milioni di euro.

 
Articolo 1, comma 361 Detrazione per spese veterinarie

Per effetto della modifica apportata all’articolo 15, comma 1, lettera c-bis), Tuir, viene innalzato a 500 euro il limite massimo (limitatamente alla parte che eccede 129,11 euro), ai fini della detrazione dall’imposta lorda, pari al 19%, delle spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva.

 
Articolo 1, comma 393 Bonus edicole

Per il 2020, il credito d’imposta di cui all’articolo 1, commi 806 – 809, L. 145/2018, previsto per gli esercenti attività commerciali non esclusivamente dedicati alla vendita dei giornali, è riconosciuto anche nei casi in cui la predetta attività commerciale non rappresenti l’unico punto vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici nel Comune di riferimento. L’agevolazione, che spetta nel limite di 2.000 euro annui, è riconosciuta prioritariamente agli esercenti attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici.

 
Articolo 1, comma 476 Pensionamento “opzione donna”

Viene modificato l’articolo 16, comma 1, D.L. 4/2019, prevedendo che il diritto al trattamento pensionistico anticipato secondo le regole di calcolo del sistema contributivo è riconosciuto alle lavoratrici che abbiano maturato, entro il 31 dicembre 2019 (anziché 31 dicembre 2018) un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e un’età anagrafica pari o superiore a 58 anni (per le lavoratrici dipendenti) e a 59 anni (per le lavoratrici autonome).

 
Articolo 1, commi 632 e 633 Fringe benefit auto aziendali

Viene modificata la disciplina relativa al fringe benefit legato alle auto aziendali, tuttavia, le regole vigenti fino al 31 dicembre 2019, continuano ad applicarsi per veicoli concessi in uso promiscuo con contratti stipulati entro il 30 giugno 2020. La modifica riguarda l’articolo 51, comma 4, lettera a), Tuir, prevedendo che, con riferimento ad autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo di persone e di cose, autocaravan (autoveicoli ex lettere a), c) ed m) dell'articolo 54, comma 1, D.Lgs. 285/1992), motocicli e ciclomotori di nuova immatricolazione, che presentano valori di emissione di anidride carbonica non superiori a 60 grammi per chilometro, concessi in uso promiscuo con contratti stipulati a decorrere dal 1° luglio 2020, per la determinazione del reddito di lavoro dipendente si assume il 25% dell'importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15.000 chilometri, calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio, al netto dell'ammontare eventualmente trattenuto al dipendente.

 
Articolo 1, comma 660 Imposta di consumo prodotti accessori al consumo dei tabacchi da fumo

Per effetto del nuovo articolo 62-quinquies, D.Lgs. 504/1995, vengono assoggettate all’imposta di consumo le cartine, le cartine arrotolate senza tabacco e i filtri funzionali ad arrotolare le sigarette. I prodotti sono messi in circolazione previo inserimento in apposita tabella di commercializzazione, affidata a determinazione dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli e sono venduti al pubblico esclusivamente tramite rivenditori autorizzati alla vendita di generi di monopolio.

 
Articolo 1, commi 661- 676 Sugar tax

Viene istituita un'imposta sul consumo delle bevande analcoliche indicate come "bevande edulcorate". L’imposta si applica a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di pubblicazione del decreto Mef, di natura non regolamentare, da pubblicarsi entro agosto 2020, con cui sono definite le modalità attuative.

 
Articolo 1, commi 679 e 680 Tracciabilità detrazioni

A decorrere dal 2020, la fruizione della detrazione del 19% prevista dall’articolo 15, Tuir e da altre disposizioni normative, spetta solo in caso di pagamento della spesa con strumenti tracciabili, intendendo come tali:
- versamenti bancari o postali;
- carte di debito, di credito e prepagate;
- assegni bancari e circolari.

L’obbligo di pagamenti tracciabili si applica a tutte le spese indicate nell’articolo 15/917 ma anche quelle previste da altre disposizioni normative. A titolo esemplificativo:
– Interessi passivi mutui prima casa
– Intermediazioni immobiliari per abitazione principale
– Spese mediche
– Veterinarie
– Funebri
– Frequenza scuole e università
– Assicurazioni rischio morte
– Erogazioni liberali
– Iscrizione ragazzi ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi
– Affitti studenti universitari
– Addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza
– Abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale
Resta valido il pagamento in contanti per:
- medicinali e dispositivi medici 
- prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Ssn. 

 
Articolo 1, commi 727- 730 Concessione per il gioco con apparecchi di intrattenimento

Viene prevista una gara per l'affidamento da parte dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli di una serie di concessioni in scadenza per la gestione di apparecchi da gioco con vincita in denaro.

 
Articolo 1, commi 738- 783 Unificazione Imu-Tasi

A decorrere dal 2020, viene abolita la Iuc, con l’eccezione della Tari, e viene rimodulata l’Imu. Presupposto dell’imposta è il possesso di immobili, ad eccezione del possesso dell’abitazione principale o assimilata, che non costituisce presupposto, salvo che si tratti di un'unità abitativa classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9. Viene confermato il versamento in 2 rate con scadenza 16 giugno e 16 dicembre. Per gli enti non commerciali, il versamento è previsto in 3 rate, con eventuale compensazione dei crediti, allo stesso Comune nei confronti del quale è scaturito il credito. È deducibile dal reddito di impresa e di lavoro autonomo l’imposta relativa agli immobili strumentali. La deducibilità è:
- integrale a decorrere dal 2022;
- al 60% per il 2020 e il 2021; 
- al 50% per il 2019.

 

GAZZETTA UFFICIALE N. 301 DEL 24 DICEMBRE 2019 LEGGE 157/2019, DI CONVERSIONE DEL D.L. 124/2019 - QUADRO SINOTTICO DELLE PRINCIPALI NOVITA’ DI INTERESSE

 
Articolo 18 Limiti all'utilizzo del contante

Viene ridotto il limite all’utilizzo del contante nelle seguenti misure:
- dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2021: 2.000 euro;
- a decorrere dal 1° gennaio 2022: 1.000 euro.

 
Articoli 19 e 20 Lotteria nazionale degli scontrini

Viene posticipata al 1° luglio 2020 l’entrata in vigore della c.d. Lotteria degli scontrini. Ai fini della partecipazione non sarà più necessario comunicare all’esercente il proprio codice fiscale ma verrà utilizzato il codice lotteria rilasciato dal portale Lotteria accessibile dal sito internet dell’Agenzia delle entrate; l’esercente provvederà alla trasmissione dei dati. Viene prevista l’esenzione integrale da imposizione, per i premi relativi alla lotteria sugli scontrini. Al fine di incentivare l’utilizzo di strumenti elettronici di pagamento, vengono previsti ulteriori premi speciali per un ammontare annuo complessivo non superiore a 45 milioni di euro, oltre che premi per gli esercenti che certifichino le operazioni mediante fattura elettronica.

 
Articolo 21 Invio telematico corrispettivi da parte degli esercenti commercio al minuto

Viene introdotto il nuovo comma 5-bis nell’articolo 2, D.Lgs. 127/2015, prevedendo che a decorrere dal 1° gennaio 2021, per i soggetti che svolgono il commercio al minuto ai sensi dell’articolo 22, D.P.R. 633/1972, e che adottano sistemi di incasso, tramite carte di credito e di debito e altre forme elettroniche, che consentono la memorizzazione, l’inalterabilità e la sicurezza dei dati, possono assolvere all’obbligo di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica dei corrispettivi, tramite tali sistemi.

 
Articolo 22 Credito di imposta su commissioni pagamenti elettronici

Viene introdotto un credito di imposta riconosciuto agli esercenti attività di impresa, arte o professioni, in misura pari al 30% delle commissioni loro addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate, nonché altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili. Il credito spetta per le commissioni su operazioni rese dal 1° luglio 2020, a condizione che i ricavi e compensi relativi all'anno d'imposta precedente siano di ammontare non superiore a 400.000 euro. Il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ai sensi dell'articolo 17, D.Lgs. 241/1997, a decorrere dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa e non concorre alla formazione del reddito.

 
Articolo 38-ter Obbligo di pagamento della tassa automobilistica tramite sistema pagoPA

A decorrere dal 1° gennaio 2020, scatta l’obbligo di pagamento della tassa automobilistica con la piattaforma pagoPA. Chi opta per la domiciliazione bancaria può usufruisce di una riduzione del 15% sull’importo totale, pari circa a due mensilità.

©Bem Service Center Srl
Società Unipersonale  
P.Iva 08761490153 - Rea: 1246241
Capitale Sociale 10.400,00 euro
Via Annoni, 14 Abbiategrasso (Mi) 
Tel. 02 946 -6722 | Fax 02 946-4011
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Privacy Policy & Cookie | Credit 

Leggi la tua posta - Ascom Abbiategrasso

Riconoscimenti


Bem Service - Premio nazionale dell'innovazione

Conciliazione vita-lavoro 2012

Bem Service Center -  Vincitore  Premio Smau 2013